Bimbi in bici, qual’è la posizione più sicura:
davanti o dietro al guidatore?

Bimbi in bici in sicurezza, quale posizione è più sicura?

A ogni genitore responsabile, la sicurezza del proprio bambino va di pari passo a vederlo felice e divertito. A quelli che mi diranno che la sicurezza è più importante di tutto il resto, rispondo, dipende dalla situazione e dalla sua durata. Non si può cedere ad un capriccio compromettendo la sicurezza, ma nello stesso tempo, non possiamo tenere i nostri figli in una campana di vetro. Sarebbe controproducente per la loro vita e il loro sviluppo.

Dunque l’idea è quella di farli divertire e vivere in armonia con quello che ci circonda, ma in massima sicurezza.

E’ difficile sopravalutare i benefici di portare i bambini in bicicletta per andare a scuola, a passeggio, a fare delle commissioni. E’ divertente, permette di creare dei legami e dei bellissimi ricordi insieme, insegna loro uno stile di vita semplice e sostenibile. Tuttavia siamo in molti a porci la domanda di sicurezza.

sarà mica sicuro trasportare mio figlio in bicicletta?

è meglio davanti, così lo vedo e controllo o dietro così è più protetto nel caso di un’eventuale caduta?

Sono queste le domande che fanno i genitori che preferiscono andare in macchina. La usano anche per i percorsi brevi, in un raggio di 5 km.  E a volte molto brevi, addirittura 500 metri.

In molti si chiedono, bimbi in bici, è meglio davanti o dietro al guidatore? Le opinioni ce ne sono diverse. Spesso si sente dire che il bimbo dietro è più protetto. In realtà la posizione più sicura del bambino in bici è già abbastanza studiata. Non per nulla che il codice stradale stabilisce che i bambini fino a 15 kg, cioè piccoli, devono essere trasportati nel seggiolino davanti. Questa posizione è considerata più sicura. Inoltre è possibile avere un controllo sul bambino.

Allora perché non portare bimbi in bici sempre davanti?

Il motivo è che, su una bicicletta a due ruote, dove è necessario mantenedere l’equilibrio, l’ingombro davanti provoca uno sbilanciamento maggiore rispetto a quello posteriore, e, quindi, il bambino di peso superiore a 15 kg viene spostato dietro nella speranza che è anche più grande per gestirsi da solo.

Infatti, quando non abbiamo più bisogno di dover tenere l’equilibrio, come nel caso delle Family Bike a tre ruote, i bambini vengono sempre spostati davanti proprio per questo motivo: la posizione davanti è nettamente più sicura e il fatto di vedere i propri bambini, da un ulteriore (ma non l’unico) vantaggio.

E per concludere, vogliamo presentarvi un’esperienza di un genitore in TAGA:

Volevo raccontare l’esperienza di mia moglie, era un Taga Family, con le bambine, noi abitiamo sul lago di garda per cui c’è molto traffico, soprattutto di stranieri in vacanza che non conoscono molto bene il luogo e le strade.

Un utilitaria con annesso sul retro un porta bici vuoto ( quelli in metallo per intenderci) inizia a fare retro senza assicurarsi che dietro ci sia qualcuno, ovvero mia moglie con le bambine sulla taga, che stava da un lato mentre piano arretrava per spostarsi ( non aveva spazio sul laterale avanti).
Poi il tipo arretra ancora più veloce e stag ! prende mia moglie in pieno, e la parte davanti del porta bimbi va sopra il porta bici, mia moglie comincia ad urlare e finalmente il tipo capisce.

La Taga non si è fatta un graffio, le bambine ovviamente nulla, tranne la paura e aveva pure il tettuccio antipioggia montato quindi era visibilissima, di giorno poi.. il porta bici del signore si è rotto invece…

Non pensavamo fosse così resistente, pazzesco.