Cargo Bike per il trasporto di bambini

Cargo Bike per il trasporto di bambini

Non sono una mamma Miss Perfettina tutta pelliccia e diamanti, con le lunghe unghia acriliche perfette 365 giorni all’anno.
Ma nemmeno quella con un fisico tosto e muscoloso e la forza di volontà che piegherebbe il ferro.
Sono una mamma normale, con tanto amore per il proprio pargolo, con tante cose da fare durante il giorno e con la voglia di lasciar perdere tutto e mettersi a giocare con mio figlio per l’intero pomeriggio.
E quindi mai e poi mai mi sarei immaginata di diventare proprietaria di una Cargo Bike!
Bisogna dire che ho scoperto di esserlo già ben dopo di aver girato tutta la città per lungo e per largo con la mia fantastica TAGA BIKE!
Tutto è iniziato da una foto vista sulla bacheca di una mia amica, oppure ancora prima, quando ho scelto la bicicletta per spostarmi nella mia città, invivibile altrimenti in macchina d’estate.
La libertà che ti da la bicicletta non ti da nessun altro mezzo di trasporto, ma tutto questo non fa di me una bicibiker, tanto meno la cargo biker!
Lo sono diventata, a mia insaputa, quando ho dato la vita a mio figlio e non volevo salutare la bicicletta, nemmeno per un anno se non per tanti, visto che trasportarlo in una bici normale non me la sono mai sentita. Nemmeno mio marito, se per questo, per quanto è bravo in bicicletta, non si sentiva sicuro di portare nostro figlio in un seggiolino bilanciando sulla fortuna.
Comunque sia alla prima primavera del nostro primogenito, lui aveva solo pochi mesi e nemmeno un genitore più spericolato avrebbe pensato di portarlo a spasso in una bicicletta! Oppure si?!
Ed è li che abbiamo visto la TAGA, una bici passeggino, (a dire il vero anche questo l’abbiamo scoperto dopo) una bici sicura per portare a spasso il nostro principino!
Amore dalla prima vista, qualche dubbio prima di acquistarla a causa del suo prezzo e tantissima felicità, quando finalmente è arrivata! Ricordo bene i primi giri in TAGA, prima da sola e poi con la piccola peste che prima non ci voleva salire (odia i passeggini) e poi scendere, un divertimento per tutta la famiglia! Dopo poco (o poco dopo?!), non uscivamo più se non in TAGA, prima solo d’estate e adesso tutto l’anno. Tanti curiosi, tante bocche aperte e le teste girate. Ed è qui che scopro che possiedo una cargo bike, una di quelle che si vedono poco in Italia e tanto all’estero, come quelle nate in Danimarca, solo più piccola, agile e leggera. Cargo Bike?! No ti sbagli, è porta bebè!
Eppure!
Eppure mi ritrovo iscritta al gruppo di Cargo Bikers Italia felice di partecipare al primo raduno di Cargo Bike in Italia! Con la mia famiglia e con la nostra piccola, agile, e divertente Cargo Bike TAGA!
Venite a conoscerci?!